VILLANOVA SULL'ARDA

logo_stradadelpo
La Strada del Po e dei Sapori della Bassa Piacentina

Il PASS per SCOPRIRE e VIVERE la Bassa Piacentina

Villa Verdi

g_verdi
La Villa venne acquistata da Giuseppe Verdi nel 1848, che vi abitò a partire dal 1851 e la rese progressivamente sempre più sua. Fu Verdi stesso, infatti, ad eseguire gli schizzi, dette indicazioni  per la scelta dei materiali e le misure del progetto di ampliamento della casa originale, fino a farla diventare come egli volle e come oggi noi stessi la vediamo. In questo luogo il più celebre compositore italiano visse e lavorò, godendo di un isolamento necessario al suo genio creativo e al suo carattere, schivo e riservato. L'originaria casa padronale di campagna una volta acquistata dal compositore divenne in pochi anni la residenza dove i canoni estetici del tempo, e i suoi personali, trovavano una perfetta realizzazione che, ancora adesso, il visitatore più attento può comprendere e ammirare. Villa Verdi oggi, mantenuta nello stato conservativo dei tempi del grande compositore, rappresenta la migliore chiave di lettura per comprendere lo spirito immortale del genio e dell'uomo Verdi. Tra i cimeli più significativi vi sono i pianoforti che Verdi utilizzò, il ritratto in stucco di Giuseppina Strepponi dello scultore Tenerani, il ritratto in terracotta di Verdi di Vincenzo Gemito, alcuni autografi manzoniani, medaglie e ricordi del Requiem, foto originali, la biblioteca musicale del Maestro e numerose altre memorie. Nella stanza adiacente allo spogliatoio di Verdi, è stata rimontata la stanza che custodisce il letto su cui morì il 27 gennaio 1901 a Milano, e una vetrina con il calco funebre del volto e della mano destra. All'esterno della Villa invece si trova il vasto parco all'inglese, con le sepolture dei cani di Verdi, diverse piante rare, il laghetto e sculture del veneziano Giuseppe Torretti provenienti dalla Villa Pallavicino di Busseto.

logo_stradadelpo
logo_Regione Emilia Romagna
Provincia di Piacenza